Menu

Tel.: +43 5373 42210

Obiettivio della selezione

Associazione Allevatori Haflinger del Tirolo

Razza

Il cavallo Haflinger - Avelignese

Origine

Da piccoli cavalli locali e il mezzosangue arabo 133 El`Bedavi XXII (1868), con lo stallone 249 Folie come fondatore della razza Haflinger.

Origine

Un incrocio, da parte degli stalloni, con un cavallo di un’altra razza, dopo lo stallone Folie, non è permesso. Per le cavalle valgono le direttive del Registro di selezione del 1920. L’allevamento di avere dei purosangue è un orientamento primario nell’obiettivo di selezione dell’Associazione Allevatori Haflinger del Tirolo, che per questa razza tiene anche il registro genealogico. Stalloni e cavalle devono quindi attualmente essere purosangue da 20 generazioni. Ogni aggiunta di sangue estraneo è vietata dal registro di selezione e il sangue “estraneo” dev’essere dello 0,0%.

Aspetto esteriore

Colore

Il mantello deve essere sauro nelle sue gradazioni, con pelo lungo e luminoso.
Non sono desiderate impurezze di colore nel colore base del mantello e sono giudicate negativamente, fino a portare all’esclusione dal libro I e II. Le impurezze di colore del pelo lungo non sono desiderate e sono giudicate negativamente, fino a portare all’esclusione dal libro I e II.

Marcature

Le marcature della testa non sono desiderate ma non è una condizione; troppe marcature non sono desiderate e possono portare fino all’esclusione. Le balzane non sono desiderate ma non sono giudicate negativamente fino a una balzana a metà stinco, due balzane sono giudicate con un punto negativo, tre balzane con due punti negativi, quattro balzane portano all’esclusione dal libro I e II. Balzane sopra il garretto portano anche all’esclusione dai libri I e II.

Taglia

Misure richieste da 140 cm a 150 cm. La misura minima non può essere superata verso il basso, il non raggiungimento porta all’esclusione dal libro I e II. La misura massima può essere superata in caso di giudizio positivo dell’aspetto esterno.

Tipo

È desiderato l’aspetto di un cavallo elegante e armonioso. Ne fa parte una testa asciutta e marcata con grandi occhi, un collo ben formato, un dorso sufficientemente lungo ed elastico, una buona groppa non troppo corta e non troppo inclinata, muscolatura marcata e arti netti con buone articolazioni. Stalloni e fattrici devono possedere una sessualità ben marcata. Non è desiderato particolarmente un aspetto rozzo, tozzo, non sportivo, una testa grossolana, contorni non ben definiti, arti poco netti e una struttura di base rozza o con sessualità poco marcata.

Conformazione

È desiderato

  • 1. La testa dev’essere nobile e asciutta, la grandezza deve armonizzare con quella del cavallo, l’occhio grande e orientato in avanti e le narici larghe. La testa deve possedere anche libertà di movimento, una corretta posizione dell’orecchio e buona apertura del canale inframascellare.
  • 2. Il collo deve avere una lunghezza media e attacco leggero alla testa, non troppo largo e armonicamente unito al tronco.
  • 3. Un garrese marcato, prolungato verso il dorso e una spalla lunga, ben inclinata e aderente al tronco sono le caratteristiche principali degli arti anteriori.
  • 4. Il dorso dev’essere di lunghezza media, elastico e muscoloso e deve unire nel movimento oscillazione, portata ed equilibrio.
  • 5. Gli arti inferiori devono avere una groppa lunga, mediamente inclinata, non troppo divisa ma ben muscolosa. La coda non dev’essere attaccata troppo in basso.
  • 6. Il tronco deve avere una suddivisione armoniosa in parte anteriore, centrale e posteriore.
  • 7. La struttura del corpo deve convincere soprattutto con una postura corretta e arti ben marcati, con pastoie larghe e piatte e un garretto largo e robusto. Visto da dietro e da davanti, la posizione degli arti dev’essere dritta, visto lateralmente sono desiderati gli arti anteriori dritti e un arto posteriore con un angolo di ca. 150° al garretto e un asse degli zoccoli dritta con ca. 45°-50° al terreno. Le pastoie devono essere dritte e robuste. Gli zoccoli tondi, netti e duri.
  • 8. L’andatura dev’essere il più possibile regolare, elastica e ritmica, senza gravosi difetti.
  • 9. Il cavallo deve avere un passo ampio e mediamente rilevato.
  • 10. Soprattutto vale come obiettivo della selezione un carattere eccellente senza difetti e un temperamento equilibrato.

Non è desiderato

  • 1. Una struttura disarmonica e una mancanza di marcata sessualità.
  • 2. Una testa grossolana o troppo grande, un naso a volta ma anche una testa troppo piccola o larga. Lo stesso vale per difetti di dentatura. L’orecchio non deve essere troppo lungo.
  • 3. Un collo corto, pesante o attaccato troppo in basso.
  • 4. Una spalla piccola, troppo inclinata, un garrese corto o poco marcato.
  • 5. Un dorso troppo corto o troppo lungo, debole o troppo duro, sterno poco disceso tra i gomiti
  • 6. Una groppa corta o dritta con un attacco alto della coda o una groppa troppo larga o divisa.
  • 7. Arti non corretti: articolazioni piccole, sottili o chiuse, arti deboli o troppo robusti, pastoie inclinate, troppo lunghe o troppo deboli o zoccoli troppo piccoli o inclinati, soprattutto orientati troppo verso l’interno o l’esterno, così come posture scorrette degli arti, come ad es. ginocchia arcuate verso l’interno, ginocchia arcuate verso l’esterno, punte degli arti divergenti o convergenti, garretti vaccini, posteriori dritti, posteriori sotto di sé, ecc.

Andatura

Tipi di andatura

È desiderata un’andatura fluente, regolare e ampia (passo 4 battute, trotto 2 battute, galoppo 3 battute).
L’andatura al passo dev’essere sciolta, energica e sublime con una netta alzata e un netto appoggio. L’andatura al trotto e galoppo dev’essere nella fase di sospensione elastica, energica, leggera e dotata di un sollevamento e bilanciamento naturale. La spinta del posteriore deve trasmettersi all’anteriore lungo un dorso sciolto ed elastico. È desiderato un po’ di movimento delle ginocchia. Soprattutto nel galoppo va mostrato un andamento verso l’alto e il basso.
Non sono desiderati soprattutto movimenti brevi, piatti o non elastici con un dorso rigido, movimenti pesanti o non ritmici o oscillanti, dondolanti, altalenanti, girevoli, ondulatori o un’azione troppo pronunciata delle ginocchia.

Caratteristiche interiori e salute

È desiderato un cavallo di forte carattere, docile, robusto, di molteplice impiego, efficiente e produttivo, facile da foraggiare, resistente, di facile acclimazione e adatto a tutti gli impieghi.
Questi impieghi sono soprattutto per equitazione, attacchi, volteggio, più per il tempo libero e meno per le discipline sportive, ma anche per usi lavorativi e come cavallo da soma e da tiro.

Per il riconoscimento dell’attitudine alle prestazioni sono esaminate in età di puledro e a un anno, prima dell’iscrizione nel registro allevamento, le seguenti caratteristiche:

Cos’è esaminato?

  • 1. Carattere e temperamento
  • 2. Aspetto esteriore
  • 3. Andatura (passo e trotto)
  • 4. Difetti di salute

Iscrizione registro fattrici e selezione

Cosa valutano i giudici internazionali (dall’elenco dei giudici dell’Associazione Mondiale Haflinger)?

  • 1. Carattere e temperamento
  • 2. Aspetto esteriore
  • 3. Andatura (passo e trotto, desiderato anche galoppo)
  • 4. Difetti di salute
  • In occasione della selezione e dell’iscrizione al registro allevatori può essere esaminata

L’iscrizione al registro e la selezione degli stalloni sono decisioni definitive, come anche i giudizi d’allevamento nominati in precedenza. Le decisioni non possono a posteriori più essere riviste verso l’alto o verso il basso o in una successiva dimostrazione. Il fallimento nel punteggio minimo comporta un’esclusione definitiva.
Le dimensioni per l’iscrizione al registro sono prese all’età di 3 anni. Queste misure corrispondono alle misure minime e massime prescritte nell’obiettivo della selezione.
Il fallimento alla misura minima in età di 3 anni comporta l’esclusione definitiva dal registro ufficiale. Una presentazione dei cavalli dall’area d’allevamento del Tirolo è possibile solamente in età da 0 a 4 anni - a quest’età aumentano però le misure minime.

Una misura definitiva è presa in età di 6 anni e annotata nel registro d’allevamento.